Un sconosciuto seducente

Ciao sono Patricia, oggi volevo raccontarvi di un sconosciuto seducente che ho incontrato al bar, erano settimane difficili a casa, sono sposata da 5 anni e con mio marito le cose vano sempre peggio, avevo iniziato a credere che non mi desiderava più, lui non mi cercava mai, o meglio non mi cercava mai per il sesso, mi cercava per risolvere i problemi, per affrontare situazioni, cercare soluzioni ecc ecc... ma sul lato fisico e sessuale zero. Io dopo diverse settimane che cercavo lui, cercavo di sedurlo, mi vestivo in modo provocante, ero iniziata addirittura ad evitare di discutere per vedere se lui aveva il tempo e la voglia di scoparmi... ma nulla. Ecco allora che mi ero stancata, avevo iniziato ad uscire la sera, anche solo per bere una birra, o fare una passeggiata in un centro commerciale, uscivo pur di non tornare a casa e sentirmi rifiutata. In una di queste sere però sono andata in un bar a fare aperitivo e li ho incontrato un sconosciuto seducente, lui era li di passaggio, veniva da Roma ed era da solo. Era seduto in un tavolino da solo ed io ero in piedi affianco al bancone del bar, cosi lui si è alzato e si è avvicinato a me, mi ha chiesto di sedermi con lui nel tavolino, io ho accettato era da tanto che non chiacchieravo con un uomo e lui mi sembrava molto interessante, aveva dei modi molto seducente ma soprattutto era sicuro di se, il tono della sua voce era deciso e calmo, mentre parlava aveva delle pause che mi permettevano di parlare a mia volta, cosi abbiamo trascorso un paio d'ore in quel bar a chiacchierare, mi ha raccontato dei suoi viaggi all'estero, del suo lavoro, delle sue passioni o hobby... Mentre io lo ascoltavo attentamente, mi sentivo molto attratta da lui, dalla sua vita, del suo carattere ma soprattutto dal suo modo di pensare. Lui mi ha detto che era in un hotel vicino al bar dove eravamo, era venuto a piedi ma fuori aveva iniziato a piovere... cosi gli ho detto che se voleva potevo accompagnarlo, lui ha accettato con una condizione, salire in camera con lui per l'ultimo bicchiere della serata... Guardo il telefono e vedo che era già tardi, almeno le 23, io non ero rientrata a casa dal lavoro ma nel mio telefono non c'era alcuna notifica, ne una chiamata persa, ne un messaggio... A mio marito non importava dove fossi, con chi fosse ne tanto meno se era successo qualcosa. Cosi decido di accettare l'invito di quel sconosciuto e andiamo nel suo hotel. Arrivati li mi ha fatto parcheggiare nel parcheggio sotterraneo cosi non ci bagnavamo dalla macchina all'ingresso dell'hotel, era cosi premuroso e attento al dettaglio che mi affascinava sempre di più. Saliti in camera, lui chiama la reception e ordina una bottiglia di champagne e un tagliere di formaggi con le varie salse e caviale... era come se mi conoscessi da una vita, gli avevo menzionato che mi piaceva mangiare i formaggi con le marmellate mentre eravamo nel bar e lui se lo ricordava. Arrivato il tutto continuiamo a bere e mangiare insieme nella terrazza della sua camera, finito il tutto torniamo in camera per salutarci prima che me ne andassi e mentre ci salutavamo ci siamo baciati, da quel bacio è nato tutto. Ci siamo toccati, spogliati, stuzzicati, sentivo il suo desiderio crescere tra le sue gambe, non ho resistito, mi sono lasciata andare e lui mi ha condotta in paradiso, mi ha spogliata lui, cosa che non ero abituata, dovevo sempre spogliarmi io, ma lui era cosi delicato nel spogliarmi che lo lasciato fare e mi è piaciuto tantissimo, mi ha baciata ovunque, mi ha presa in braccio e portata a letto dove mi ha sdraiata delicatamente, poi si è spogliato e mi è salito sopra, il suo corpo riscaldava il mio, la sua pelle era cosi morbida e profumata, aveva un profumo diverso, mi faceva impazzire... E' stata una serata indimenticabile, abbiamo fatto l'amore anche se non ci conoscevamo da più di 5 ore, era come se ci conoscessimo da una vita... Mi sono addormentata al suo fianco per tutta la notte. La mattina dopo mi sono svegliata con una rosa sopra il cuscino e la colazione sul tavolino, aranciata, frittata e pane burro e marmellata, si ricordava persino la mia colazione preferita.. c'era un bigliettino insieme alla rosa con scritto "Grazie per la serata, sei una donna fantastica, non scordartelo mai." e il suo numero... non lo mai chiamato... ma riservo ancora quel numero come riservo i ricordi di quella serata unica e indimenticabile, che dopo tanti mesi mi ha fatto sentire ancora una donna bellissima e unica.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!