• Pubblicata il:
  • Autore: Claudia
  • Categoria: Racconti orge
  • Pubblicata il:
  • Autore: Claudia
  • Categoria: Racconti orge

Sesso per caso

questa storia di vita non l'ho mai raccontata a nessuno, mi vergogno troppo e sopratutto ora che vivo insieme ad un'uomo è meglio che io sia una brava donna di casa, dopo avermi separato da mio marito che aveva problemi di droga e alcool, vivendo sola in casa di genitori al sabato sera uscivo con le amiche che ero riuscita e farmi in poco tempo, andavamo al cinema o alla disco e qualche volta al mare a fare pazzie di notte, non sapete cosa si fà con un paio di ceres e una canna, una sera, anzi una notte d'estate, mi sembra fosse luglio o inizio agosto ci fermammo sulla spiaggia a sottomarina e li ci davamo dentro con ceres e altro, poi ad un certo punto una delle mie due amiche si alzò la mini e spostando il perizoma comincia a farsi un ditalino, noi stupite non le dicemmo niente, forse l'alcool ce lo impediva e la lasciammo fare, ma poi l'altra mia amica disse, e se facessimo l'amore tutte e tre insieme? io dissi subito che non faceva per me, non me lasentivo di toccare la fichetta ad un'altra o peggio ancora a leccarla, così loro due iniziarono a far l'amore ed io a due passi quasi piangevo dalla rabbia mi sarebbe piaciuto avere un bel cazzone li in quel momento, erano mesi che non facevo l'amore, e la fica si bagnava, sentivo voglia ma non osavo andare dalle altre non me mla sentivo, ad un certo punto vidi un negro che guardava di nascosto ed io andai di corsa ad avvertire le altre, ma luanea una delle mie amiche stava urlando dal piacere e diceva che si sarebbe preoccupata del negro dopo aver fatto la miglior sborrata della sua vita, mi girai e il negro era li, stava in silenzio e devo dire che era anche un po belloccio, lo guardai meglio cercando la luce della luna e lui girandosi verso di me disse, se vuoi io ti scopo, non ti devi preoccupare ho i preservativi, dopo alcuni secondi, pensandondo dentro di me gli dissi si, tu mi scopi ma devi farmi godere, tanto dentro di me mi dicevo chi vuoi che lo venga a sapere in fin dei conti una scopatina ogni tanto me la posso fare nonj sono una mica una suora, ci stendemmo vicino alle mie amiche, intanto loro si leccavano a vicenda, e se devo essere sincera le invidiavo un po, vedevo che godevano al massimo e si contorcevano dal piacere ma io intanto se andava bene avevo un cazzo nero tutto per me, ero eccitata al massimo non avemo mai visto un cazzo nero e sopratutto non avevo mai visto un cazzo che non fosse quello del mio ex marito, che sinceramente a sentire altre mogli decantare le doti dei propri mariti lo sminuivano molto, infatti non era un gran che, ma il peggio era che dopo due minuti, ma che dico spesso dopo 30 secondi lui sborrava, appena il tempo di penetrarmi 5/10 volte, quanto sesso fatto male avevo fatto e subito, comunque ora era li, un cazzo tutto per me, e solo per quella notte, poi niente legami e pensavo che se non mi piaceva pazienza, potevo provare con un'altro, quello non me lo dovevo mica sposare, iniziammo così a toccarci, anzi lui mi toccava, io avevo un po di imbarazzo, non sapevo la mia reazione, ma la vinsi, entrai nei suoi pantaloni piano piano e ......sorpresa avevo in mano un cazzo di quelli super, non so dirvi quanto era lungo so solo che con due mani una sopra l'altra ne avanzava ancora un bel po, ero felice, finalmente avevo in mano un cazzo almeno tre volte più grande del mio ex e senza contare quanto era grosso, tirai giu i pantaloni poi di fretta mi svestii un po e lui fece lo stesso, ci coricammo e dopo aver messo il preservativo inizio a penetrarmi, che sballo, entrava dolcemente, lo aveva proprio grande avevo paura che mi facesse male, ma invece, era l'eccitazione era la notte, io so solo che entrava piano, lo sentivo perfettamente, la pelle della mia fica si allargava per accoglierlo sembrava che non finisse più, gli dissi basta era arrivato in fondo lo sentivo, misi una mano e scoprii che ne aveva ancora mezzo fuori, sembrava che avessi un braccio dentro e gli dissi, scopami piano non farmi male, mi rispose non preoccuparti ti voglio solo far godere, per la prima volta venni con un cazzo che mi scopava e mi scopava da oltre 15 minuti o forse più, stanca ad un certo punto come svegliata da un sogno vidi attornoa me altri due negri, avevo il terrore, mi presero con forza e mi girarono, io mi divicolavo e cercavo di urlare mo loro mi avevano inbavagliato la bocca, mi unsero il culetto con non so cosa e sentii che dissero, adesso la rompiamo in due, non sapevo cosa fare per difedermi, intanto loro continuavano a spalmarmi questa cosa unta su tutte le chiappe, buco compreso e quando non me lo aspettai sentii entrare nello sfintere un cazzo, non faceva male, questo era molto più piccolo dell'altro, mi rincuorai e pensavo che se masturbavo quello più grosso fino a farlo sborrare forse me la cavavo bene e così feci, dopo un po e dico dopo un bel po che lo masturbavo lui non venendo mi disse, adesso se vuoi farmi godere lo prendi in bocca e me lo schiaffo in bocca , faceva fatica a passare ma per fortuna venne dopo un'attimo e me lo disse anche, che sborrata in bocca, lo sentivo affievolirsi pian piano, pensavo di avermela caveata da quel guaio, invece subito dopo mi disse piccolina adesso ti inculo e poi mi dici, io pensavo tanto non ce la fa e arrivato ormai, che errore, riusci ad infilarlo anche se era la meta di prima e a dire il vero non faceva male, ma poi, fin che mi sodomizzava sentivo il suo cazzo crescere dentro di me pensavo di esplodere, non vi dico la sensazione, pensavo proprio che mi rompesse in due, sentivo anche che entrava sempre di più, poi ho msentito anche le sue palle appoggiarsi alle mie chiappe, non ci credevo, avevo un cazzo tipo salame in culo e mi stantuffava, venni, ho goduto immensamente, scoprii che anche le mie amiche erano state violentate e sodomizzate da altri negri, che vergogna ma una vergogna che rifarei ancora

Vota la storia:




12/02/2005 12:08

sì certo

mai fatta tanta fatica a legger qualcosa!! :D e la punteggiatura?????

08/08/2008 07:58

zumbo

stronzatona

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!